Notizie Varie

Pavia: ex paziente disegna le divise per gli Infermieri in segno di riconoscenza

Ha trascorso buona parte della sua vita al Policlinico San Matteo di Pavia, nel reparto di Oncoematologia pediatrica, per curare una malattia del sangue, il Morbo di Cooley. Una patologia dalla quale è riuscita a guarire grazie alle cure, compreso un trapianto di cellule staminali. Durante uno dei tanti controlli effettuati nel day-hospital, Chiara, che adesso ha 18 anni e risiede a Castelnovo di Sotto (Reggio Emilia), ha pensato di cambiare le divise delle infermiere e degli operatori del reparto. Lo ha pensato anche perché ora è una studentessa del corso di  moda dell’Itis Nobili di Reggio Emilia.

“Guardavo come erano vestite le infermiere – racconta adesso la ragazza – e ho detto loro: ‘Le vostre divise sono orrende, sembrano dei pigiami!’. ‘E allora pensa tu a quelle nuove, visto che studi moda’, mi hanno risposto con un sorriso. Le ho prese sul serio ed ecco il risultato”. Ora le divise sono casacche con pois colorati per tirar su il morale a pazienti e dipendenti.

Il progetto si è concretizzato grazie al sostegno di Fondazione Soleterre con la collaborazione di Natasha Stefanenko che dell’associazione è testimonial. Oggi 104 divise per medici e infermieri e 100 magliette per i bambini pazienti di Oncoematologia pediatrica, realizzate su disegno di Chiara, sono state donate dalla Fondazione Giulia Maramotti di Reggio Emilia. “Il mio compito – ha spiegato Chiara – è stato quello di preparare il bozzetto. Poi i bambini ricoverati nel reparto l’hanno reso più vivace con tanti colori: abbiamo escluso solo il rosso, perché ricorda il sangue, e il nero e il marrone che sono troppo cupi”.

Alla cerimonia di consegna, oltre a Chiara, a sua madre e a Natasha Stefanenko, sono intervenuti  anche Nunzio Del Sorbo, direttore generale del San Matteo, Marco Zecca, primario di Oncoematologia Pediatrica, Damiano Rizzi, presidente di Soleterre, Fausto Spadoni, della Fondazione Giulia Maramotti, e Giusy Grugnetti, direttice del Sitra (il servizio infermieristico del Policlinico). “Grazie alle divise disegnate da Chiara – ha spiegato Damiano Rizzi – questo sarà uno dei reparti più all’avanguardia anche nel modo di presentarsi, in maniera accogliente e colorata”.

Fonte

Related posts

Protesta ambulanze: "Basta con il 112, le attese sono aumentate"

V2793

Demansionamento alle Scotte di Siena: per gli altri sindacati è solo polemica sterile

V2793

Infermiere protagonista nelle cure palliative pediatriche

V2793

Leave a Comment