Image default
Notizie Varie

Si presentano in 280 ma i posti sono 338: flop concorso FVG

Erano oltre 600 gli iscritti al concorso per l’assunzione di 338 Infermieri indetto dall’Azienda Regionale di Coordinamento per la Salute (ARCS) per conto delle aziende sanitarie del Friuli Venezia Giulia ma si sono presentati soltanto 280 candidati. Il concorso darà luogo a 6 graduatorie distinte in base all’area geografica selezionata.

I sindacati hanno lanciato l’allarme: secondo Uil Fvg e Nursind Fvg, infatti, in Friuli Venezia Giulia mancano più di 820 infermieri e il concorso avrebbe dovuto dare respiro alle azienda sanitarie friulane. In una nota congiunta i sindacati hanno analizzato la situazione, affermando: “Il nostro Osservatorio Regionale Permanente sulla Sanità (ORPS) ha eseguito un’attenta analisi sugli attuali organici facendo anche una proiezione a 24 mesi sull’evoluzione e la conseguente reale tenuta del nostro sistema sanitario regionale.

Non solo il personale non è sufficiente, ma nei prossimi 2 anni perderemo circa 500 infermieri per quiescenza e, seguendo il trend attuale, ne perderemo ulteriori 200 per dimissioni volontarie causate prevalentemente da inadeguate politiche di incentivazione e valorizzazione del personale sanitario. Calcolando il personale con limitazioni e le reali carenze strutturali la necessità di personale emersa è di 824 Infermieri.

Un dato preoccupante anche perché professionisti non se ne trovano e le politiche regionali sin ora adottate non hanno contribuito a creare attrattività verso il SSR, appare evidente che le Aziende Sanitarie non saranno in grado di sanare la carenza di personale che le affligge e se vogliamo preservare il nostro sistema sanitario e tutelare gli operatori urge attivare adeguate politiche retributive di incentivazione”.

Potrebbe interessarti anche:

ASST Lariana, continua la ricerca di Infermieri: terzo concorso pubblico in 6 mesi

Redazione Infermieritalia

Carenza infermieri, Chiesa: “Assumere 1000 infermieri l’anno dall’estero”

Redazione Infermieritalia

Carenza di infermieri una bomba ad orologeria pronta ad esplodere

Redazione Infermieritalia

Leave a Comment