Image default
Notizie Varie

FNOPI: approvata la mozione su carenza organici

In un periodo storico particolarmente difficile per la professione infermieristica in termini di carenza, la FNOPI ha accolto con favore l’approvazione di due mozioni. Una relativa alla carenza di organici e l’altra in relazione alla responsabilità professionale, entrambe discusse e approvate nelle ultime ore.

E’ la FNOPI stessa, sul proprio sito istituzionale ad affermare:

la FNOPI accoglie con favore le mozioni sulla responsabilità professionale e sulla carenza di organici, presentate da diverse forze parlamentari e approvate dalla Camera. In questa delicata fase è infatti importante portare all’attenzione del Governo il tema della tutela dei professionisti sanitari nella loro azione quotidiana, in attesa dell’approvazione dei decreti attuativi previsti dalla legge 24/2017.

La Federazione Nazionale degli Ordini della Professioni Infermieristiche, nel perseguimento di un costante monitoraggio e miglioramento della sicurezza delle cure, ritiene necessario focalizzare alcuni punti sostanziali, emersi anche durante la recente audizione alla XII Commissione della Camera:

  1. il coinvolgimento diretto e costante del Cittadino–Persona Assistita al suo percorso di cura, anche in ottica di co-costruzione dello stesso e come elemento ulteriore di garanzia della sicurezza delle cure erogate;
  2. la definizione in ottica di processo della tematica inerente al consenso/dissenso informato, dove lo stesso venga giuridicamente raccolto dal Professionista titolare del processo specifico, gestore e responsabile diretto dell’azione sanitaria;
  3. sviluppo tempestivo ed efficace dei bundle, come strumento driver di evidenza e scriminante ai sensi dell’art. 590-sexsies;
  4. miglioramento della cultura della gestione del rischio in ambito sanitario, con l’implementazione di corsi di formazione obbligatori e mirati, ai fini dell’assolvimento del debito formativo ECM;
  5. implementazione diffusa e capillare di strumenti informatici, in totale sostituzione della documentazione cartacea, come elemento di garanzia e sicurezza delle informazioni trasmesse.
  6. incentivare l’adozione di modelli organizzativi infermieristici che promuovono la sicurezza delle cure come il See and TreatFast track e la pianificazione assistenziale, come il Primary Nursing.

La FNOPI conferma la propria disponibilità alle istituzioni per fornire i contributi necessari alla “messa a terra” dei contenuti enunciati dalle mozioni approvate.

Potrebbe interessarti anche:

Infermieri italiani sempre più stanchi, avviliti e infelici

Redazione Infermieritalia

Studentessa di Infermieristica apre l’anno accademico di Humanitas

Redazione Infermieritalia

Infermieri per voi: crescono le prestazioni censite

Redazione Infermieritalia

Leave a Comment