Image default
Notizie Varie

118 Basilicata: la FIALS Potenza denuncia l’importante carenza di Infermieri

La FIALS di Potenza, sindacato di categoria, ha manifestato nei giorni scorsi una importante preoccupazione per quanto riguarda le postazioni 118.

Ci sarebbe, infatti, una carenza di infermieri che avrebbe messo a rischio la turnazione di Novembre. Già nei mesi scorsi si era ampiamente parlato del problema e si era arrivati alla conclusione, triste, della chiusura di alcune postazioni 118 proprio in provincia di Potenza.

Nel comunicato stampa reso noto proprio dal segretario provinciale FIALS, Giuseppe Costanzo, si legge: “la mancanza di infermieri ha comportato difficoltà nella pianificazione dei turni per il mese di novembre, obbligando all’impiego di straordinari per coprire le assenze prolungate. Questa situazione ha portato alla temporanea chiusura di diverse postazioni 118 in diverse aree. Nonostante le segnalazioni effettuate in una riunione tenutasi il 23 ottobre, finora non sono stati intrapresi interventi correttivi e definitivi.

Inoltre, i contratti dei dipendenti scaduti il 31 ottobre 2023 non sono stati rinnovati, aggravando ulteriormente la situazione. In aggiunta, a Matera, vogliamo segnalare la situazione delle due ambulanze: India 11, quella struttura, e Echo 2, in fase sperimentale. Echo 2 non è sempre operativa a causa della carenza di personale e non fornisce servizio 24 ore al giorno, essendo chiusa durante la notte e deve essere strutturata e resa operativa a pieno regime.

Un’altra questione rilevante riguarda la mancanza di una programmazione adeguata per la formazione dei neo assunti, nonostante le richieste espresse dalla Fials per allinearsi alle disposizioni del Ccnl della Sanità. La Fials richiede un’accurata verifica delle postazioni scoperte per garantire una copertura adeguata e la proroga dei contratti dei dipendenti nelle sedi prive di personale. Si chiede un intervento tempestivo da parte delle istituzioni regionali e aziendali per affrontare questa situazione critica e preservare la continuità e l’integrità dei servizi di emergenza”.

Potrebbe interessarti anche:

Rischio taglio pensioni infermieri: regna un’enorme confusione

Redazione Infermieritalia

M5S: “Via subito l’art.33. Medici e Infermieri non sono un salvadanaio”

Redazione Infermieritalia

Infermieri in Toscana: “Siamo stanchi, saliremo sui tetti”

Redazione Infermieritalia

Leave a Comment