Image default
Notizie Varie

Congresso Nazionale Dirigenti Nursing Up: “Sensibilizzare la collettività sulle problematiche degli Infermieri”

L’importante Congresso Nazionale dei quadri dirigenti del Nursing Up si terrà a Roma, il prossimo 13 ottobre, sotto le egida del “Never Give Up”, ovvero “Non Mollare Mai”. Come riportato dal comunicato stampa Nursing Up si impegnerà a favorire degli spunti per il miglioramento delle condizioni di lavoro degli Infermieri italiani e per incrementare finalmente gli stipendi in modo adeguato.

Le premesse parlano della voglia, del desiderio e della ormai nota caparbietà di questa tenace Organizzazione Sindacale del comparto sanità.  

L’evento, al quale parteciperanno personalità della politica, del mondo professionale e del lavoro, si svolgerà a partire dalle ore 10.30 presso lo Sheraton Parco De’ Medici a Roma e sarà finalizzato ad approfondire l’attuale situazione di emergenza dovuta all‘abbandono delle professioni sanitarie assistenziali, come quella infermieristica ed ostetrica, e a delineare la mappa di strategie, strumenti e proposte contrattuali  da mettere sul tavolo del Governo in occasione del prossimo rinnovo contrattuale.

Non può essere affatto casuale, secondo il Nursing Up, che un momento così importante di confronto e di analisi sulla professione infermieristica, per il nostro sindacato, arrivi in questo momento storico.

Le innumerevoli esperienze che hanno condotto fin qui il sindacato professionale, le battaglie che hanno caratterizzato il suo delicato cammino, fianco a fianco con gli infermieri e gli altri i professionisti del comparto non medico, da Nord a Sud, non possono non essere occasione di profonda riflessione e di confronto. 

E’ questo il lei motiv del  Congresso Nazionale Quadri Dirigenti di Roma. Nursing Up non ha mai smesso di porre concretamente le basi per costruire, fianco a fianco dei professionisti della sanità, seppur tra mille difficoltà, un percorso sotteso, da un lato, contribuire a costruire una sanità “a misura di professionista”, dall’altra ad informare e denunciare, giorno per giorno, la collettività, su quanto accade nella complessa realtà infermieristica e sanitaria.

I cittadini siano consapevoli che gli infermieri e le ostetriche sono “i legittimi tutori” di quei percorsi assistenziali alla base della ricostruzione della sanità di oggi e di domani.

Alla politica, nazionale e regionale, per raggiungere tale obiettivo, Nursing Up non ha mai negato il suo apporto, sempre caratterizzato dalla concretezza della solidità delle proprie esperienze e lavoro “sul campo”.

Non è una esagerazione affermare che siamo giunti all’acme dei disagi e delle lacune in una realtà infermieristica e delle professioni sanitarie del comparto “febbricitante”, dove, le nostre eccellenze, forti di competenze ben oltre la media europea, “pagano dazio” rispetto a fenomeni che hanno minato nel profondo la nostra serenità, dalla disorganizzazione quotidiana degli ospedali, alle violenze perpetrate nelle corsie ai danni degli operatori sanitari, passando per una valorizzazione economico-contrattuale sulla quale c’è, ahimè, ancora tanto da lavorare.

Questo Congresso sarà una nuova indispensabile occasione di sensibilizzazione della collettività verso le delicate problematiche delle professioni sanitarie, a partire da una carenza di infermieri che non può attendere ulteriormente per essere sanata.

La macchina organizzativa del Nursing Up, come sempre animata dal lavoro di squadra, porterà il 13 ottobre a Roma tanti ospiti illustri, il cui contributo sarà  fondamentale per fare il punto della situazione sulla delicata condizione, professionale e lavorativa, degli infermieri, delle ostetriche e degli altri professionisti del comparto non medico.

Tra i tanti relatori, è atteso il contributo dell’On. Marcello Gemmato, Sottosegretario alla Salute, e ancora quello della Senatrice, ed ex Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, quello dell’Europarlamentare ed ex Ministro della Famiglia, Elena Bonetti direttamente da Bruxelles, l’autorevole voce di Walter De Caro, Presidente CNAI ( Consociazione Nazionale Associazioni Infermiere/i) ed Executive Board EFNNMA – c.o. WHO Europe, e quella del dott. Saverio Proia, tra i massimi esperti in tema di professioni sanitarie in Italia . E sono tanti gli altri esponenti politici e gli esperti chiamati a fornire il loro contributo. 

Un intervento molto atteso, direttamente dal Portogallo, è quello del Chief Executive Officer di Vitae Professionals, una delle principali agenzie Europee di collocamento al lavoro, specializzata nelle professioni assistenziali, che fornirà ai numerosi dirigenti sindacali attesi da tutt’Italia ,  approfondimenti sulle tipologie di offerte lavoro che ogni giorno arrivano da ogni dove, verso  gli infermieri, le ostetriche e gli altri professionisti sanitari italiani, diventati più che mai “oggetto del desiderio” dei paesi stranieri. 

Nursing Up lavorerà alacremente, affinchè momenti di confronto come questo, affidino alla politica ed al Governo un patrimonio di idee e analisi da cui bisogna ripartire, ora più che mai,  per il bene del nostro SSN. 

La linea di pensiero di questo tenace sindacato professionale è e continuerà ad essere all’insegna del “Never Give Up”, ovvero non mollare, più che mai in momenti difficili come questo.

Potrebbe interessarti anche:

Santobono: madre e figlia aggrediscono infermieri

Redazione Infermieritalia

PNRR: “Senza infermieri non c’è sanità territoriale”

Redazione Infermieritalia

Infermieri: “ridurci a numeri banalizza il nostro lavoro”

Redazione Infermieritalia

Leave a Comment