Series.

Ubriaco al PS: aggredisce infermieri e picchia il vigilante

Non c’è sosta per i Pronto Soccorso italiani e per la questione grave delle aggressioni. Ogni giorno quasi vi scriviamo di aggressioni ai danni di personale sanitario e, purtroppo, non sembra che il fenomeno sia destinato a cessare nel breve termine.

Nel corso della giornata di ieri vi avevamo informati dell’aggressione subita da un collega in servizio presso il carcere di Foggia, aggredito da un detenuto con il carrello della terapia.

Ed è proprio ieri, 12 Settembre 2023, che si è verificata l’ennesima aggressione ai danni del personale del pronto soccorso. Questa volta l’episodio si è verificato a La Spezia, ospedale Sant’Andrea, intorno alle ore 22 quando un giovane tunisino è stato accompagnato in Pronto Soccorso in evidente stato di abuso alcolico e dopo aver avuto una discussione fuori da un bar, sfociata poi in rissa.

Appena sceso dall’ambulanza avrebbe iniziato da subito ad inveire contro il personale in servizio per poi buttarsi a terra di sua iniziativa, iniziando a rotolarsi per terra. Si sarebbe poi rialzato, togliendosi la maglia e avrebbe iniziato a tirare calci contro la porta, nel tentativo di scappare.

I sanitari, a quel punto, avrebbero avvertito le forze dell’ordine e il vigilante presente per la pericolosità della situazione. Il vigilante avrebbe cercato di calmarlo ma invano. L’uomo lo avrebbe afferrato per un braccio, strattonandolo vistosamente. Si è riuscito ad evitare il peggio grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine che, non con poca difficoltà, sarebbero riusciti a bloccare l’uomo e sistemarlo in barella.

Stando a quanto riportato da La Nazione – Spezia, l’uomo sarebbe poi stato ricoverato presso l’U.O. di Psichiatria.

Lascia un commento

Your email address will not be published.