Notizie Varie

ECM: arriva la proroga al 2017 per mettersi in regola con i crediti

Ci sarà tempo per tutto il 2017 per mettersi in pari con i crediti Ecm relativi al triennio 2014/16, potendo acquisire sino al 50% del punteggio complessivo. A stabilirlo, la Commissione Nazionale per la Formazione Continua, che ha deliberato in tal senso nella riunione del 13 dicembre scorso. Sempre in questa occasione, la Commissione ha fissato i nuovi criteri per l’assegnazione dei crediti agli eventi da parte dei provider. Anche per il triennio 2017-2019 saranno 150 i crediti da maturare.
Dal 2017, viene poi introdotto un criterio che premia la regolarità formativa pregressa: chi ha acquisito da 80 a 120 crediti ECM tra il 2014 ed il 2016, avrà uno sconto di 15 crediti per il nuovo triennio (riduzione da 150 a 135). Chi, invece, ha acquisito da 121 a 150 crediti nel triennio che volge al termine, avrà addirittura uno sconto di 30 crediti tra il 2017 ed il 2019 (da 150 a 120).
Nel prossimo triennio ECM, sarà infine data maggiore importanza all’auto-formazione, costituita da corsi accreditati ECM, ma anche da esperienze formative senza accreditamento ECM, svolte in autonomia (per un massimo del 10% dell’obbligo formativo).
Fonte: IPASVI

Related posts

Aversa: Infermiere rubava i farmaci ospedalieri, denunciato

V2793

Rovigo, via gli Infermieri dalle ambulanze: la proposta del piano programmatico

V2793

Video sorveglianza nelle strutture: gli Infermieri sono pronti

V2793

1 comment

Salvatore Spagnolo Dicembre 21, 2016 at 19:09

ma per chi è iscritto all’albo, ma non esercita come infermiere cosa succede? io sono amministrativo in una clinica, non ho contratto da infermiere ma ho la laurea, come mi devo comportare in merito?

Reply

Leave a Comment