Infermiera costretta a rinchiudersi in una stanza per sfuggire alla violenza di due aggressori

2 settimane ago

Bodycam al personale sanitario, inasprimento delle pene, presenza di posti di polizia fissi in Ospedale eppure non si riesce a contenere il fenomeno delle aggressioni ad infermieri, medici e personale operante nelle Unità Operative.

L’ennesimo episodio aggressivo si è verificato domenica scorsa nel Poliambulatorio del Distretto B, in viale Mazzini, dove è attivo il servizio di Assistenza di Cure Primarie (Ambufest) durante i week end.

Un utente sarebbe entrato furtivamente all’interno del Poliambulatorio iniziando ad urlare e minacciare l’Infermiera che era nel corridoio in quel momento. La stessa, vedendo l’andatura compromessa, avrebbe preso una carrozzina, porgendola all’uomo che, di tutto rimando, l’avrebbe scaraventata contro un ex montacarichi per persone.

A quel punto sarebbe entrato anche un parente dell’uomo, anch’esso aggredendo verbalmente l’infermiera, costretta a rinchiudersi all’interno di una stanza a causa della paura di un’eventuale aggressione fisica, finché i due non sarebbero andati via.