Catanzaro: mancano 60 Infermieri tra maternità e malattia, il resto fa turni massacranti

2 settimane ago

Non è soltanto un problema di carenza cronica di personale quello che si sta verificando nelle strutture pubbliche di Catanzaro. A questo va aggiunto un costante numero di infermieri in maternità e malattia che, inevitabilmente, insieme alla mancata assunzione di personale, “costringe” il personale in servizio a turni massacranti, saltando ferie e riposi.

Secondo l’indagine condotta dal quotidiano “lacnnews24”, al Pugliese Ciaccio di Catanzaro l’organico su carta non coinciderebbe mai a quello effettivamente disponibile e attivo. Basti pensare che in terapia intensiva neonatale il 10% degli infermieri risulta assente per maternità, al Pronto Soccorso sono oltre una 10ina tra maternità e certificati (più o meno lunghi). Il numero totale si aggirerebbe sulle 65 unità.

L’azienda, in tutto ciò, non sostituirebbe mai il personale assente e, per questi motivi, quello disponibile sarebbe quasi costretto a dei turni massacranti. Altro problema poi quello legato al personale OSS, spesso assente, determinando la condizione di demansionamento infermieristico per la quale è stata già condannata, nei mesi scorsi, l’ASP Catanzaro al risarcimento di migliaia di euro.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

non perdere

Si presentano in 280 ma i posti sono 338: flop concorso FVG

Erano oltre 600 gli iscritti al concorso per l’assunzione di