Image default
Notizie Varie

Simulare le emergenze: nasce la sala immersiva ad Orbassano

Una sala immersiva per le simulazioni riguardanti le emergenze intra ed extra ospedaliere: è stata già definita un vero gioiello.

Stiamo parlando della sala conferenze del Polo Didattico del Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria San Luigi Gonzaga di Orbassano, che è stata letteralmente trasformata dalla tecnologia nella prima Immersive Interactive Room italiana.

L’obiettivo è quello di simulare i diversi scenari nei quali potrebbero trovarsi medici e infermieri per garantire che gli stessi siano formati e in grado di gestire correttamente le emergenze, stabilire percorsi terapeutici e migliorare le capacità di analisi e decisione dei professionisti sanitari.

L’Immersive Interactive Room è gestita da una delle tecnologie più avanzate in Europa in relazione alla simulazione medica in quanto presenta non solo il cosiddetto “rumble floor”, ossia un riproduttore di vibrazioni al pavimento, ma anche una serie di erogatori in grado di rilasciare diversi odori e fumi, un simulatore di eventi naturali come la neve, il vento, e, non per ultimo, un sistema sonoro in grado di riprodurre alla perfezione i rumori ambientali.

Il team dietro al progetto espanderà anche gli scenari, arrivando a riprodurre integralmente scenari in sala operatoria, nelle Unità Operative presenti all’Ospedale San Luigi di Orbassano, garantendo un’istruzione sempre più completa per i propri studenti e dipendenti.

Potrebbe interessarti anche:

Infermieri italiani sempre più stanchi, avviliti e infelici

Redazione Infermieritalia

Studentessa di Infermieristica apre l’anno accademico di Humanitas

Redazione Infermieritalia

Infermieri per voi: crescono le prestazioni censite

Redazione Infermieritalia

Leave a Comment