Notizie Varie

Creati antibiotici contro infezioni multi-resistenti

Sono stati creati, partendo da una tossina batterica, due nuovi antibiotici super potenti e ritenuti efficaci anche contro infezioni multi-resistenti ad antibiotici oggi in uso. Inoltre non sembrano a loro volta in grado di indurre nuove resistenze farmacologiche quando usati su modelli animali. E’ il risultato raggiunto dall’equipe francese di Brice Felden dell’Institut national de la santè et de la recherche medicale (Inserm).

I due nuovi antibiotici, dunque,  funzionano anche contro le infezioni multi-resistenti come, ad esempio, i famigerati Stafilococco aureus e Pseudomonas aeruginosa farmaco-resistenti. Tutto parte da una scoperta fatta dallo stesso gruppo di ricercatori, già al lavoro nel 2011, che ha visto impegnati, oltre a Inserm, anche Universitè de Rennes 1 insieme a scienziati del Rennes Institute of Chemical Sciences (ISCR).

Come ha spiegato Brice Felden, la scoperta si basa sul fatto che “una tossina prodotta dallo Stafilococco aureus, il cui ruolo è facilitare al batterio patogeno l’infezione, è anche allo stesso tempo capace di uccidere altri batteri presenti nel nostro corpo”. Per cui i ricercatori hanno identificato “una molecola con una duplice proprietà, da una parte tossica e dall’altra antibiotica”. 

Nel loro nuovo lavoro, in sostanza, gli esperti hanno creato, partendo proprio dalla tossina, molecole che conservassero la sua funzione di antibiotico, senza, però, essere tossiche. E tra tutte le molecole create, i ricercatori ne hanno poi isolate due che, testate su topolini con setticemia e con gravi infezioni cutanee, riescono a risolvere le infezioni senza dare tossicità. I due antibiotici super potenti, quindi, sono risultati non tossici nemmeno a dosi altissime.

TGcom 24

Related posts

Civitavecchia, incendio in ospedale: tempestivo intervento degli Infermieri

V2793

Al via a Piacenza il progetto di emodialisi domiciliare

V2793

Belgio: passa la prima Ministra ma medici e Infermieri le voltano le spalle

V2793

Leave a Comment