Notizie Varie

Healtcare summit: tecnologia al servizio dell'assistenza

Le sfide del Servizio sanitario nazionale tra universalismo, innovazione e sostenibilità alla luce della Manovra 2019, le sinergie tra Health Tech e Pharma e la digitalizzazione dei processi per un’assistenza 4.0 tra ospedali e territorio. Questi i principali temi affrontati nel corso della settima edizione dell’Healthcare summit de “Il Sole 24 Ore”, oggi Roma.

L’evento – punto di riferimento in Italia per i rappresentanti del settore sanitario e farmaceutico e delle istituzioni 
 è organizzato in collaborazione con Il Sole 24 Ore e Sanità24, con il patrocinio del Ministero della Salute e con la partnership di Dla Piper, Gilead, Kpmg, Philips, Assobiomedica, Fasi e Farmindustria.
La Fnopi ha preso parte alla tavola rotonda: “Assistenza 4.0 tra ospedali e territorio: digitalizzazione dei processi nell’era della medicina digitale”.
Con la vicepresidente della Federazione, Ausilia Pulimeno, si sono confrontati Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale Tribunale per i diritti del malato – Cittadinanzattiva; Nicola Calabrese, vice segretario nazionale Fimmg; Marcello Garzia, presidente Fasi; Francesco Ripa di Meana, presidente Fiaso.
Per gli infermieri, il tema della digitalizzazione molto spesso è saldato a quello dell’emergenza, quando si dialoga in tempo reale con una centrale operativa (anche per telemedicina e teleconsulto) o quando si riesce a garantire assistenza anche in luoghi impervi e remoti (come le piccole isole o le zone montane). Il monitoraggio a distanza post-acuzie è un altro aspetto di notevole interesse per la professione.
“Se parliamo di innovazioni in senso più generale – ha spiegato alla platea di professionisti la vicepresidente Pulimeno – per il nostro Ordine non è più rimandabile l’introduzione di nuovi modelli organizzativi e di figure da strutturare come l’infermiere di famiglia e di comunità che, specie con l’ausilio delle nuove tecnologie, possono giocare un ruolo fondamentale sin d’ora per saldare ospedale e territorio garantendo standard elevati di assistenza ad una popolazione sempre più anziana”.
Fonte

Related posts

Assegna un codice verde ad un pz con emorragia cerebrale, sotto accusa Infermiere del PS

V2793

Napoli: ancora violenza nei Pronto Soccorso nonostante il flash mob

V2793

Denuncia Nursind: "Prato 1 solo Infermiere per oltre 14 pz"

V2793

Leave a Comment