Notizie Varie

Sentenza Tribunale: l'infermiere non può svolgere le funzioni dell'OSS

Negli ospedali è pratica diffusa quella di costringere gli infermieri a svolgere costantemente funzioni da OSS. In realtà, però, tale prassi è del tutto illegittima in quanto rappresenta un’ipotesi di demansionamento, vietato, per il lavoro pubblico, dall’articolo 52 del decreto legislativo numero 165/2001.

I diversi compiti di infermieri e OSS

A tal proposito, si segnala che con la sentenza numero 1306/2017 (qui sotto allegata), il Tribunale di Brindisi ha condannato una ASL a risarcire il danno cagionato a un’infermiera dipendente proprio per il demansionamento della stessa, chiamata quotidianamente a svolgere mansioni estranee alla propria qualifica professionale e tipiche del personale OSS.
Nel fare ciò, il Tribunale ha dapprima distinto le due figure professionali, collocandole esattamente all’interno dell’ordinamento giuridico, ed ha quindi chiarito che, pur in assenza di una vera e propria gerarchia, l’infermiere professionale svolge delle mansioni maggiormente qualificate e, pertanto, superiori, a quelle dell’Operatore Socio Sanitario.

I limiti di ammissibilità del demansionamento

In ogni caso, il divieto di demansionamento (come ricordato dallo stesso Tribunale) conosce delle eccezioni, in quanto è possibile modificare in pejus le mansioni del lavoratore laddove l’impiego sia di breve durata, abbia carattere occasionale e consenta, comunque, l’espletamento in modo prevalente e assorbente delle mansioni proprie della qualifica di appartenenza.
Nel caso di specie, tuttavia, dalle risultanze istruttorie si poteva evincere che, nel periodo per cui si procedeva, il personale OSS era carente nell’intero nosocomio e, nel reparto della ricorrente, addirittura nullo. Lo stesso direttore dell’UO interessata, peraltro, aveva dato atto in una nota agli atti che gli infermieri, vista l’assenza di Operatori Socio Sanitari, si trovavano ad assolvere tutte le necessità igienico-domestico-alberghiere dei pazienti ricoverati. Dalle prove testimoniali, infine, era emerso che tale adibizione era sistematica.
Insomma, non sussistevano le condizioni per poter considerare legittima un’eccezione al divieto di demansionamento.
Fonte:www.studiocataldi.it

Related posts

Trento: medici e Infermieri insieme per una migliore assistenza

V2793

Concorso Catanzaro: sospeso e annullata la prova preselettiva

V2793

Lavorava all'ASL e arrotondava alle cooperative: Infermiere condannato

V2793

32 comments

Daniela Giugno 12, 2017 at 13:12

Il demansionamento viene fatto però anche da chi continua a parlare di “mansioni” e a chiamare questa figura “infermiere professionale”. A voi la 42/99 non dice nulla?

Reply
Io Giugno 12, 2017 at 22:37

Beh dai la colpa è vostra! Certo che si deve parlare di ma sioni se no alla fine ognuno fa quello che vuole.. avete abolito il ma sionario? E allora perché vi lamentate? Il medico cosa ne sa di cosa è il tuo ruolo? Pensa ai vecxhi di 70 anni,oggi primari in auge , che sono rimasti all epoca in cui infermiere dicentavicin la terza media e ti diceva lui cosa diveci fare in base a quanto gli stavi simpatico! E parliamo anche del fatto che gli oss fanno quello che divtebbero fare gli i fernieri e altre professioni sanitarie.. se stanno simpatici al caposala! Che ovviamwnte preferisce dare importanza a una figura che non potra mai togliergli il poato perché l
Oss non sarà mai infermiere piuttosto che dare compiti a un i gerniere che se poi si dimostra troppo bravo magari gli frega il posto! Comunque grazie a tt qs vostre furbate che non volete piu fare niente se non dirigere reparto stando dietro a un pc e gli altri a sgobbare, il
Miur ha pensato bene di riconoscere l oss come profesionista che non deve piu dipendere dall infermiere ma dal
Medico .. che ha la sua sua autonomia e professionalita che puo firmare cartelle che puo iniettare farmaci eccc..rimanendo in fascia B al
Massimo C.. la domanda è: secondo te assumeranno piu Oss che ckstano meno e fanno quanto un infermiere o piu i fermieri che non fanno quello che puo fare l
Oss? siete voi che vi siete rifiutati di fare lwtti lavare pazienti … e meno male che assistite la persona.. a farsi troppo vrandi alla fine si perde.. e poi tea 15 anni oss e i fermieri saranno sostituiti da assistenti sanitari.. in italia funziona cosi

Reply
Carolina Agosto 4, 2018 at 22:29

Scusa ma non ho capito alcune delle cose che, hai scritto. Io penso che come in tutte le professioni c’è chi lavora più che bene e chi no.
La professionalità degli OSS e la loro utilità è legata alla bravura dell’OSS e dal tipo di servizio in cui è collocato.
Sappiate che ci sono dei posti di lavoro dove si è stati obbligati per legge ad inserirli in organico ma NON CI FANNO NIENTE generando così situazioni imbarazzanti e pericolose.

Reply
Massimiliano Coppola Maggio 8, 2019 at 13:41

L’AUSILIARE LE MANSIONE CHE DEVE SVOLGERE NELLA SANITÀ OSPEDALIERE QUALI SONO :

Reply
Liliana ionita Luglio 28, 2019 at 19:01

Secondo me approfittano tutti!!!!
Dicono che mancano gli oss
Una grande bugia!

Reply
Io Giugno 12, 2017 at 22:38

E come lo vuoi chiamare ? Infermiere ausiliario? Se sei professionale sei professionale e poi oggi chiamano i germieri pure gli oss tienitelo qs aggettivo, profrssionale, almeno lamtua laurea ha un senso

Reply
Federica Ottobre 15, 2018 at 22:21

Mi sono categoricamente rifiutata di terminare di leggere l’abominio che hai scritto per 2 motivi: 1- prima di sparare sentenze spropositate, io una lettura alla GRAMMATICA ITALIANA la darei, non hai azzeccato una parola o un verbo che fosse uno, 2- tra le varie stronzate infondate non mi è chiaro il passaggio in cui scrivi che “gli OSS costano meno e fanno quanto un infermiere”. Spiegami come un OSS che fa un CORSO, possa saper fare il mestiere di un infermiere che ha una LAUREA e magari anche un MASTER. Al corso OSS oltre che spazzare culi e non insegnare l’Italiano, insegnano anche a rianimare? No perché a me non risulta. Però se è come dici tu scemi gli infermieri che studiano, si laureano, hanno responsabilità di fronte alla legge, ma in realtà sono più inutili degli OSS che di responsabilità non ne hanno. Siamo in una democrazia e chiunque può dire la sua, ma ogni tanto secondo me sarebbe meglio essere umili, leggere un libro e il giornale e stare zitti.

Reply
Rossana Ottobre 16, 2018 at 23:47

La finezza che ha espresso la dice lunga sulla empatia che la dovrebbe contraddistinguere. È vero che gli oss puliscono culi, e da oss, quale sono, ne vado fiera di saperli pulire partendo dalla sinfisi punica verso l’ano.
A lei questo non l’hanno insegnato? Avrebbero dovuto, visto che la professione che lei svolge, dovrebbe contemplare così da poter valutare i vostri schiavi. Io ho scelto di fare assistenza a persone che hanno la necessità di dipendere da altri per soddisfare i propri bisogni primari e questo mi gratifica. Le consiglio di guardare un po’ più in là, quando anche lei, se avrà la fortuna di vivere a lungo, potrebbe avere la necessità di ricevere aiuto da parte di un oss per l’espletamento dell’igiene.

Reply
Bison Maria Luisella Aprile 26, 2019 at 19:27

sinfisi pubica

Luciana Maggio 9, 2019 at 22:54

Complimenti collega

letizia martino Ottobre 17, 2018 at 11:08

Forse troppo impegnata con lauree e master da non sapere che al giorno d’oggi l’ rcp viene insegnato anche ai bambini nelle scuole!!! Da povera ignorante, spazza culi quale sono, per qualche anno, ho dovuto sorbirmi 3 retrening di DAE all’anno….

Reply
Graziella Maggio 8, 2019 at 16:12

Mi vergogno di essere una tua collega! Hai usato degli aggettivi sprezzante nei confronti ci operatori che svolgono il loro lavoro con devozione, competenza e amore

Reply
Angelo Maggio 15, 2019 at 18:38

Sono d’accordo con te.

Reply
Valentina Agosto 4, 2019 at 05:36

Da queste conversazioni ho dedotto che se Oss=infermiere allora l’infermiere=medico rido per non piangere. Il problema reale è che per fare l’Oss basta pagare un Corso del c***o di nemmeno 1 anno e in poco tempo ti ritrovi a guadagnare 200€ in meno rispetto ad un infermiere che ha dovuto affrontare test d’ingresso universitari, frequentare l’UNIVERSITA’ per tre anni, pagare tasse universitarie, laurearsi, effettuare le iscrizioni annuali all’opi frequentare gli Ecm (il più delle volte a pagamento) magari conseguire Master e specialistiche, per non parlare dei concorsi che ovviamente non sono paragonabili e ancora nel 2020 sento paragonare due mondi che non hanno nulla in comune se non i pazienti… A tutti gli oss k pensano di poter fare gli infermieri dico intanto provate a superare il test d’ingresso, sarebbe già un inizio sempre se ci riuscite… nel frattempo SOGNATE tanto è gratis avrei voluto vedere quanti oss sarebbero stati pronti a lavare culi per 4 soldi se ci fosse stata una differenza netta di stipendio…. il sistema sanitario fa schifo ma la colpa è anche nostra e soprattutto dei “sindacati” che dovrebbero tutelarci come professionisti a 360 gradi. Dovremmo chiedere stipendi più alti rispetto agli Oss è inammissibile che persone con la terza media e che hanno una funzione, utile per carità, ma ausiliaria prendano 200€ meno di noi… bye

Reply
Nana Maggio 8, 2019 at 12:11

premetto che non sono un’infermiera, ma ho molte amiche, sia OSS che infermiere… se per caso non lo sai, le Oss fanno determinati corsi che non hanno a che fare con una laurea infermieristica, dove studi tanta di qualla farmacia, ecc, che non hai un’idea; in più, se qualch infermieraè talmente pazza da fati fare qualcosa ed il paziente subisce in qualche modo un danno, l’infermera in questionenon potrà mai più lavorare con questa mansione e rischia anche la galera, a differenza di una oss, che ha mansioni differenti (non per questo meno importanti).
Un’altra cosa, molto importante ( sopratutto nelle RSA)…hai un’idea di che culo si fanno le infermiere, a preparare, mettere e dare le terapie, fare, insomma, tutte le mansioni che spettano?
…cioè, minchia, stiamo scherzando?…

Reply
Antonio Pasqua Ottobre 16, 2018 at 09:03

Le figure prof. sono state create perché ognuna di esse ha un ruolo nell’organizzazione dei servizi assistenziali, un infermiere non puo’coprire il ruolo di medico e cosi’ l’oss non puo’ coprire il ruolo di inf. Ecc.In caso di emergenza tutti devono svestirsi dal proprio ruolo Direttore Sanitario compreso.

Reply
Claudia Ottobre 16, 2018 at 09:38

Sono d’accordo con Antonio Pasqua, non trovo che sia un demansionamento fare il bidet a un pz allettato quando i colleghi oss sono impegnati in un altro servizio, certo che si tratta di episodi sporadici ma se io sono libera è inutile lasciare sporco un pz solo perché non rientra nel mio lavoro abituale. Io sono una ‘vecchia’ infermiera e non ho la laurea ma in 30 di esperienza ho imparato che la collaborazione è soprattutto l’umiltà sono fondamentali x dare la giusta assistenza al malato che, alla fine, è il nostro scopo ultimo….

Reply
letizia martino Ottobre 17, 2018 at 10:58

Cara Claudia, se tutti la pensassero come te, il mondo sanitario andrebbe molto, ma molto meglio dello schifo che viviamo oggi… sia tra colleghi che utenti… Un forte abbraccio

Reply
Stefano Pisanu Ottobre 22, 2018 at 08:39

Brava! In tutti questi discorsi mancava l’oggetto del contendere: IL PAZIENTE. Ci deve essere una motivazione anche nelle situazioni in cui si parla di mansionario. La motivazione non può che essere il paziente. Lo dico da vecchio medico ospedaliero. In ospedale collaboravamo con infermieri “ generici “ che spesso avevano una grande esperienza fatta sul campo con ,al centro , il paziente. Meno distinzioni di principio è più ragionevolezza.

Reply
Daniele Dicembre 27, 2018 at 23:12

Perché non lo pulisce lei il paziente in caso di bisogno?

Reply
Anna Ottobre 16, 2018 at 17:26

L’operatore è una figura di supporto, un aiuto per l’infermiere…mettetevi in testa che la collaborazione ci deve stare in tutto, nn scaricando all’Oss tutto ciò che all’infermiere scoccia fare ad es.l’assistenza al pz.(nel giro di pochi anni ho visto delle situazioni penose…infermieri che nn sanno nulla di utenti ricoverati xké nn si avvicinano alle xsone, tranne x la compilazione della cartella infermieristica o x fargli un prelievo o x prendergli un accesso venoso). Ma il responsabile dell’assistenza è proprio l’infermiere…ricordatelo!! Noi Oss collaboriamo, coadiuviamo, aiutiamo…da soli possiamo far poco, mettetevelo in testa e con questa storia del demansionamento le cause le xderete tutte xké è proprio il principio sbagliato.

Reply
Graziella Maggio 8, 2019 at 16:20

Scusami, non spetta a te decidere qual è il lavoro dell’infermiera perché tu per assistenza infermieristica intendi l’attiva’ di tipo igienico alberghiero che rientra nel tue mansioni.

Reply
Marco Maggio 12, 2019 at 01:41

Il principio non è affatto sbagliato. Sono infermiere da 30 anni ormai e non mi pesa affatto partecipare alle manovre di igiene o simili.
Piuttosto mi pare che si faccia confusione su cosa sia il bemansionamento. Molti considerano la questione come la totale astensione dall’assistenza di Base, in realtà si può e si deve invocarlo quando per ragioni varie l’organico non preveda sistematicamente il numero di operatori previsto,
Tutto il resto è fuffa e poca voglia di lavorare.
In ogni caso, forse alcuni colleghi lo hanno dimenticato, molto del successo del nostro operato dipende dagli operatori che sono con noi e ancor di più dal rapporto che si riesce a instaurare.

Reply
Marilena Ottobre 18, 2018 at 16:18

Sono un’oss che non si è mai laureata in scienze infermieristiche per cui mi sento un po’ in mezzo a una stupida diatriba fra figure professionali che dovrebbero compensarsi. Cari infermieri, a voi dico di concentrarvi di più sul vostro lavoro piuttosto che sbeffeggiare chi vi sostiene affinché la vostra “presa in carico” sia a 360° perché ricordatevi che se non esistessero le figure di.supporto la “presa del paziente sarebbe TUTTA a vostro carico”. A quegli oss che invece accettano di.somministrare le terapie invece dico. Ricordatevi che le persone in quei letti di ospedale non sono li in vacanza per cui se non siete in grado…rimanete nel vostro cerchio e lasciate fare a chi a sudato e studiato 3 anni all’università per fare ciò che fa. Che poi. Non avete abbastanza lavoro che ve ne accollate altro?. Fate ciò che vi compete sempre con umiltà e sarete sempre i migliori Infermieri e i migliori O.s.s.

Reply
Angelapecci Maggio 6, 2019 at 23:21

Brava!

Reply
MONICA Marzo 8, 2019 at 21:36

Cara Marilena, si vede che tu vivi proprio nel altro mondo…ma scuza mi cosa intendi con le parole ,, a chi ha studiato 3 anni all universita,, sveglia ti tesoro…ma veramente…sai cosa significa il percorso universitario tu,…tu gli studi vedo nn hai ..Oggi ricordatelo una volta e x sempre: Oggi in 21 essimo secolo L Infermiere sa piu di un medico cara, tu puoi dire cio che vuoi, ma e proprio cosi..Si vede che tu nn hai proprio nemmeno una minima idea di cosa consiste una Laurea di ,, 3 anni, (comunue si chiama LAUREA DI PRIMO LIVELLO, cosi x le prossimo volte ti lo ricorderai bene)..come l hai chiamata tu, ma manco dal lontano…a partire l iscrizione, test di selzione, materie, gli esami, tesi…provaci e poi possiamo parlare.. OSS e INFERMIERE sono DUE figure DIVERSE..e inutile scaricarsi la propria rabbia o gelosia.cosa sono ste assurde offese a conto degli infermieri,,, senza infermieri nn si puo..oss nn hanno competenze hanno un CORSO..come e gia stato descritto su dal altro utente…coraggio provaci e inutile stare a parlare, parlare ecc…che responsabilita hai tu ma dimmi..poi mi hai fatto anche a ridere..che proprio le persone chiuse come te si mettono a parlare di autonomia…cartella infermieristica e cosa secondo te ad es..visto che stavi parlando di autonomia medica e cartella clinica…I tempi vanno avanti, L Infermiere nn e piu un ausiliario del medico, ma un vero professionista Laureato e iscritto ad Albo Professionale.., studia ti bene anche autonomia degli infermieri, visto che la medica gia conosci..percio in conclusione, se avrai gli studi almeno sti ,, 3 anni,, parleremmo.ok, un bocca a lupo, INFERMIERA con percorso universitario di 5 anni

Reply
Ambra Marzo 30, 2019 at 15:18

Stai delirando

Reply
DARIO Maggio 8, 2019 at 08:42

sono solo un ausiliario (barelliere ) , ma sono 40 anni che lavoro in ospedale, all inizio le caposala (che erano per lo più’ suore religiose ) all’ occorrenza facevano l’ infermiera , l’ infermiera generica , l’ ausiliaria e anche il barelliere .La caposala religiosa o laica che sia , si metteva il grembiule e distribuiva i pasti .

Reply
GIANNI Maggio 8, 2019 at 09:54

MA NESSUNO DI VOI A STUDIATO L’ITALIANO,COME SI SCRIVE ? E PARLATE DI LAUREE ………E SIAMO MESSI BENE

Reply
fabio Maggio 15, 2019 at 15:34

Visto che tu hai studiato l’italiano: ….ha studiato ….., perchè a senza h è preposizione…

Reply
Giovanni Maggio 8, 2019 at 21:30

Salve….. In tutto questo…. Potrei sapere se secondo voi c’e’possibilita’divincere sentenze ed in piu’essere risarciti(parla un demansionato) grazie.

Reply
Nico Settembre 8, 2019 at 18:20

Comunque, vorrei dare una consiglio a tutti: non PAZIENTE o PZ ma PERSONA ASSISTITA o PA

Reply

Leave a Comment