Procedure

Valutazione lesioni da decubito

E’ opportuno eseguire una valutazione multidimensionale del soggetto con LDD? Come effettuare la gestione dei problemi psicosociali?
Ogni singolo individuo, sottoposto a trattamento delle lesioni da decubito, dovrebbe essere oggetto di una valutazione multidimensionale, con particolare attenzione ai problemi cognitivi e psicologici al fine di determinare la sua capacità di comprensione del programma di trattamento delle LDD e la sua motivazione ed osservarlo. La valutazione dovrebbe prendere in considerazione, almeno i seguenti punti:

  • stato di coscienza, stato mentale ed eventuale depressione;
  • abitudini di vita;
  • sostegno sociale;
  • plurifarmacologia o abuso di farmaci;
  • abuso di alcool e/o stupefacenti.

Si raccomanda una ripetizione periodica di tale valutazione. Valutare le risorse a disposizione dei soggetti portatori di LDD assistiti a domicilio (disponibilità e capacità dei famigliari, possibilità economiche, attrezzatura disponibile). Stabilire gli scopi del trattamento e la conformità ai valori ed allo stile di vita del soggetto e dei familiari. Organizzare gli interventi rispettando i ritmi di vita e le attività del soggetto. Collaborare con il soggetto ed i suoi familiari nella pianificazione del piano di trattamento.
Come deve essere eseguito l’inquadramento clinico del paziente con LDD? Occorre ottenere una anamnesi completa del paziente, che tenga conto sia degli aspetti fisici che psicosociali, poiché una LDD dovrebbe essere valutata nel contesto della salute generale del soggetto. Quali sono le possibili complicanze delle LDD? Le seguenti complicanze possono essere associate alle lesioni da decubito:

  1. amiloidosi;
  2. endocardite;
  3. formazione eterotopica dell’osso;
  4. infestazione di larve di mosca;
  5. meningite
  6. fistola perineo-uretrale;
  7. falso aneurisma ;
  8. artite settica;
  9. fistole o ascessi;
  10. carcinoma epidermoide nella lesione;
  11. complicanze sistemiche di trattamento topico – intossicazione allo iodio e perdita dell’udito in seguito a neomicina topica e gentamicina sistemica.

Quali sono i caratteri della LDD la cui valutazione risulta essere significativa? Occorre inizialmente osservare la lesione descrivendo: la sede, lo stadio, la dimensione, la presenza di tratti sottominati, fistole, la presenza di essudato, di tessuto necrotico, e la presenza o assenza di tessuto di granulazione e di zone di riepitelizzazione.
Quale deve essere la frequenza con la quale valutare il programma di cura della LDD?
Il programma di intervento, deciso per la cura di una lesione, non deve essere modificato ad intervalli inferiori ad una settimana. Se le condizioni del paziente o della lesione peggiorano, rivalutare il programma di trattamento.
Entro quanto tempo dovrebbe vedersi il miglioramento della LDD?
Una lesione pulita dovrebbe mostrare l’inizio del processo di guarigione entro 2 settimane. Se ciò non avviene, rivalutare complessivamente il piano di trattamento ed anche il grado di adesione del paziente ad esso, per stimare se sono necessari dei cambiamenti.
 
Articolo tratto dalle linee guida EPUAP-ENPUAP

Related posts

Gestione del bambino con bronchiolite: interventi e assistenza

V2793

Assistenza Infermieristica al paziente portatore di stomia intestinale

V2793

Procedura aspirazione tracheobronchiale

V2793

Leave a Comment