Notizie Varie

Realizzato il robottino per aiutare i bambini a combattere l'obesità

Un piccolo robot giocattolo di nome You per aiutare i bambini a combattere l’obesità: è questo il progetto realizzato da un gruppo di studenti della Seconda Università di Napoli che permette ai più piccoli di riconoscere il senso di sazietà e di correggere le abitudini alimentari “sbagliate“. Come ben sappiamo, infatti, il problema dell’obesità è diventato sempre più crescente nel corso degli ultimi anni per quanto riguarda la popolazione in età infantile. Il dispositivo è corredato di un bracciale che analizza i parametri metabolici e l’attività fisica svolta dai bambini, invitandoli a praticare sport in maniera regolare. Il bracciale collegato al robot rileva inoltre la vicinanza con altri bambini, stimolando occasioni di gioco collettivo. Le regole sono semplici: se si segue una sana alimentazione e si svolge una corretta attività fisica, il sistema mette in palio punti e premi per i “più bravi”: questo  sistema stimola quindi i bambini a cercare di ottenere il massimo per vincere il suddetto premio. You è pensato come una sorta di “compagno” con il quale il bambino si relaziona quotidianamente. Attraverso una app il piccolo nutre il robot selezionando le quantità e la tipologia degli alimenti che egli stesso ha assunto. A questo punto, il dispositivo reagisce alle informazioni ricevute attraverso segnali luminosi, espressioni del viso o frasi relative alle proprie sensazioni, come ad esempio “Ho mangiato tanto”, “Mi sento gonfio”, “Basta stare fermo, ho voglia di muovermi!”. Il prototipo, spiegano i ricercatori, “non intende semplicemente educare il bambino ad abitudini alimentari corrette, ma aiuta il piccolo ad autoregolarsi, stimolando il riconoscimento delle sensazioni di sazietà e di fame”.

Related posts

Infermiera truffa indennità all’INPS

V2793

Speranza agli Infermieri: “La vostra professione è essenziale per il SSN”

V2793

UTIC Avellino e sovraffollamento: insorgono gli Infermieri

V2793

Leave a Comment