La FNOPI incontra il commissario straordinario per la sanità in Calabria

17 Maggio 2019 0 Di V2793

Il commissario straordinario per la Sanità della Regione Calabria, l’ex generale dei Carabinieri Saverio Cotticelli, ha incontrato a Catanzaro i presidenti degli Opi della Regione e Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche. 

Argomento: la situazione che la sanità calabrese sta affrontando
, storicamente di crisi per un decennio di piani di rientro e che ora presenta nuove difficoltà e sfide che il “Decreto Calabria”, all’esame parlamentare, propone per una revisione completa della gestione regionale. 

Barbara Mangiacavalli ha confermato a Cotticelli la massima disponibilità degli infermieri a collaborare nella regione e con la regione per risolvere i problemi che altrimenti rischiano di fare dei calabresi cittadini di serie B e Cotticelli da parte sua ha evidenziato l’importanza del ruolo degli infermieri. “Non è immaginabile una sanità che funzioni senza gli infermieri e sappiamo bene che oltre a rendere accettabile l’ambiente e la mole di lavoro che devono affrontare, c’è bisogno di reintegrare e ringiovanire gli organici. Dobbiamo puntare anche sulla vostra professione per risollevare la sanità regionale. È uno dei nostri primi obiettivi”, ha detto Cotticelli. 

La presidente FNOPI e i presidenti dei cinque OPI calabresi – Vibo Valentia, Catanzaro, Cosenza, Crotone e Reggio Calabria – hanno garantito a Cotticelli il loro impegno non solo per rivedere e ottimizzare il rapporto degli infermieri con il Servizio sanitario regionale, ma anche per studiare nuovi modelli di assistenza efficaci e mirati soprattutto al territorio, dove i cittadini manifestano i loro maggiori bisogni e che rappresenta l’assetto meno organizzato dei servizi sanitari. E Cotticelli ha garantito il coinvolgimento degli OPI e della Federazione nel lavoro di restyling della sanità calabrese e il pieno coinvolgimento degli infermieri nel ridisegnare l’assetto dell’assistenza nella Regione.

Tratto dal sito istituzionale FNOPI