Infermieri precari dell’ASL Brindisi: l’azienda apre al rinnovo dei contratti

11 Febbraio 2019 0 Di V2793

SSi apre uno spiraglio per gli infermieri in servizio presso le strutture dell’Asl Brindisi ai quali non è stato rinnovato il contratto di lavoro. Il direttore amministrativo dell’azienda sanitaria, Caterina Diodicibus, ha assicurato che si sta valutando in questi giorni la possibilità di prorogare fino al raggiungimento di 12 mesi i contratti già scaduti e non prorogati al 31 gennaio.  Lo ha fatto nel corso di un incontro con l’organizzazione sindacale Nursind, rappresentata dal segretario provinciale Carmelo Villani, che si è svolto giovedì mattina (7 febbraio) presso la sede dell’Asl situata in via Napoli, in presenza anche di una delegazione di infermieri e del dirigente dell’area gestionale del personale, Gabriele Argentieri. 

Il sindacato ha ribadito “l’assoluta necessità di contrastare il demansionamento infermieristico denunciato negli ultimi anni”. Per questo il Nursind non ha nulla in contrario rispetto all’assunzione di nuovi operatori socio sanitari. Va risolto però il problema della carenza di infermieri “in numerose unità operative dell’Asl”. Si tratta di una lacuna che a detta del Nursind non può essere sanata “tramite la graduatoria avviso pubblico in vigore”, in quanto questa è “utilizzabile solo per coprire maternità, infortuni e malattie lunghe”.

Il direttore amministrativo ha dato dunque la propria disponibilità a valutare la proroga dei contratti scaduti il 31 dicembre 2018, ma per avere delle certezze bisognerà aspettare “al massimo – fa sapere il sindacato – fino alla metà della prossima settimana”.

Alla luce di tali rassicurazioni, il Nursind ha sospeso il sit in in programma venerdì mattina. “In attesa di risposte certe però – conclude il sindacato – permane lo stato di agitazione, in quanto numerose sono le ataviche criticità alle quali l’attuale programmazione del fabbisogno di personale non potrà porre rimedio”. 

Fonte