Gli Infermieri sardi al governatore “Siamo i meno pagati d’Europa”

15 Maggio 2019 0 Di V2793

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che gli Infermieri sardi hanno indirizzato al governatore della Sardegna, Solinas:

Egregio Presidente,

abbiamo appena terminato la lettura del documento che raccoglie le dichiarazioni programmatiche per e a favore dei Sardi, con attenzione particolare al paragrafetto “SALUTE DEI SARDI”. Ci saremo aspettati, Signor Presidente, un maggiore attenzione per quella che è la nostra professione, siamo infermieri, ma nel suo documento non esistiamo, nel suo documento dichiara di voler restituire … “dignità alle professioni mediche dimenticate” … di … voler “integrare l’assistenza ospedaliera e territoriale in un modello di medicina locale vicino al cittadino” …, ma probabilmente non conosce a sufficienza e non ha la sensibilità per leggere il sistema sanitario.

Vorremmo prenderla per mano e con lei entrare in punta di piedi nelle corsie degli ospedali, nei servizi distribuiti sul nostro territorio per mostrarle quanto sia rilevante la nostra professione e quanto sia vicino al cittadino, in modo particolare, quando questi diviene paziente. Noi ci siamo … sempre. Ci siamo nonostante in Italia e in particolare in Sardegna, per restituirle qualche numero, gli infermieri siamo tra i meno pagati d’Europa, dagli 80.000 euro del Lussemburgo ai nostri 25.000 euro …, ci siamo quali professionisti più numerosi nelle aziende sanitarie, ci siamo nei centri assistenziali italiani all’avanguardia dove le nostre responsabilità organizzative, gestionali e assistenziali sono riconosciute con il conferimento della Direzione dei servizi a peculiarità infermieristica, e così potremo continuare a lungo …

Ci aspettiamo una rimodulazione del suo documento che riconosca, per usare un termine a lei caro, la nostra IDENTITA’ professionale ed uno spazio di parola e di potere, attenzione non intendiamo di comando, ma di “dignità”, ossia di riconoscimento professionale ed economico. Ci chiediamo se non avervi delegato con il nostro voto a rappresentarci, ma essere stati presenti al palazzo avrebbe permesso a lei, Presidente e a tutta la giunta, di ricordare l’esistenza dei 9000 infermieri che oggi operano nelle aziende sanitarie della Sardegna.


Gli Infermieri DIRIGENTI FIALS