Notizie Varie

Scontro nella nebbia: muore infermiere 47enne

Si era trasferito alla frazione Tornello di Mezzanino un anno fa, proveniente da Cinisello Balsamo, per realizzare il suo sogno di avere una casa con il giardino: è morto ieri mattina in un incidente stradale nel Cremasco, mentre andava a trovare sua sorella. Fabio Fusi aveva 47 anni e lavorava come infermiere in un ospedale dell’hinterland di Milano. L’incidente non gli ha lasciato scampo: è morto due ore dopo all’ospedale di Crema.

Ieri mattina Fabio Fusi, che aveva un giorno di riposo dal lavoro, ha preso la sua Fiat Panda ed è andato nella zona di Crema, in provincia di Cremona, per fare visita alla sorella che abita lì. Alle 9 di mattina stava percorrendo la Sp 92. In quel momento c’era una fitta nebbia . A Chieve, un paese della zona, c’è l’incrocio tra la Sp 92, meno trafficata e più tranquilla, e la Sp 5: strada che invece è caratterizzata dal traffico intenso e veloce. 

L’ipotesi più probabile è che Fabio Fusi, conoscendo poco la zona e a causa della nebbia, abbia impegnato il pericoloso incrocio senza accorgersene. Pochi istanti dopo è stato letteralmente centrato da una Mazda Cx 3 guidata da un uomo di 30 anni, che abita a Casaletto Ceredano, a pochi km da Chieve. La Mazda arrivava da sinistra rispetto alla Panda. Per effetto dello schianto, la Fiat Panda è stata scaraventata fuori strada e si è ribaltata.i

A dare l’allarme sono stati altri automobilisti. Sul posto sono intervenuti i mezzi del 118, con la Croce rossa di Cremona, della Croce verde e l’automedica; i vigili del fuoco e i carabinieri di Bagnolo Cremasco. Il 30enne ha riportato ferite gravi, ma non preoccupanti. Fabio Fusi, invece, estratto da ciò che restava della sua auto, è apparso subito in condizioni disperate a causa di un politraumatismo. È stato portato all’ospedale di Crema: ma il suo cuore ha cessato di battere poco prima di mezzogiorno. 

Fonte

Related posts

Tetraplegico recupera l'uso degli arti grazie ad un intervento

V2793

Un'infermiera inglese in prima linea nella lotta contro i ciarlatani e le informazioni ingannevoli sul cancro.

infermieritalia

Ha una reazione allergica, infermiere del 118 gli salva la vita

V2793

Leave a Comment