Notizie Varie

Siracusa: stabilizzati 78 Infermieri a Tempo Indeterminato

Completati i lavori della Commissione esaminatrice a seguito di avviso pubblico scaduto il 25 giugno scorso, transitano oggi di ruolo, a tempo indeterminato, 78 infermieri precari, nonché 3 ostetrici e 2 tecnici di laboratorio biomedico. Un percorso di stabilizzazione del personale precario avviato dall’Asp di Siracusa all’inizio di quest’anno in applicazione del decreto legge Madìa, che ha già visto transitare a tempo indeterminato 108 precari dirigenti medici, non medici e del comparto.
“Abbiamo il dovere di dare sicurezza al futuro di tanti professionisti, operatori della sanità a tutti i livelli, che si sono spesi senza risparmio di energie per anni, alcuni addirittura per decenni, mantenendo in piedi il sistema sanitario e garantendo adeguata assistenza ai nostri pazienti. Un risultato ottenuto grazie al lavoro di squadra con il direttore amministrativo Giuseppe Di Bella e il direttore del Dipartimento Amministrativo Eugenio Bonanno e tutto il personale degli uffici coinvolti, complesso ed impegnativo, che stiamo portando avanti con il prezioso supporto del presidente della Regione Nello Musumeci e dell’assessore regionale della Salute Ruggero Razza che, con i loro uffici, stanno fornendo senza sosta alle Aziende una guida certa ed univoca al processo di stabilizzazione nella sanità siciliana”.
Con queste parole il direttore generale f.f. dell’Asp di Siracusa Anselmo Madeddu annuncia con particolare soddisfazione la firma della delibera di stabilizzazione delle ulteriori 83 figure professionali, assunte oggi a tempo indeterminato nei limiti posti dal Piano del fabbisogno di personale per gli anni 2017/2018. Tali figure, sono risultate idonee alla valutazione comparativa per titoli prevista dall’ avviso di selezione pubblica scaduto il 25 giugno scorso, i cui lavori della Commissione esaminatrice con la formulazione della graduatoria si sono conclusi l’8 ottobre. L’avviso pubblico era aperto alla partecipazione dei candidati che risultavano potenzialmente in possesso, alla data del 31 dicembre 2017, di tre anni di servizio cumulativo fra pubblica amministrazione e case di cura convenzionate con il servizio sanitario nazionale.
Le graduatorie finali rimarranno in vigore e potranno essere ancora utilizzate per ulteriori posti destinati alla stabilizzazione per l’anno 2019 a seguito di eventuale rimodulazione del Piano di fabbisogno del personale.
Fonte

Related posts

Malore in auto con le figlie, l'infermiera che era di passaggio riesce a salvare con un DAE

V2793

Cardarelli: medici e infermieri salvano miracolosamente la vita ad un 18enne

V2793

Cosa c'è da sapere sulla nuova ricetta elettronica

V2793

Leave a Comment