Notizie Varie

Ancora violenza al P.S. di Ponticelli: picchiati Infermiere e guardia giurata

Ennesima aggressione al pronto soccorso della clinica Villa Betania nel quartiere di Ponticelli: presi a calci e pugni l’infermiere e la guardia giurata da un uomo invitato ad uscire dal pronto soccorso. Trauma cervicale e diverse escoriazioni, ne avrà per circa una decina di giorni l’infermiere che poco fa ha subito una vera e propria aggressione da un uomo – attualmente identificato e denunciato ai carabinieri intervenuti sul posto – invitato ad attendere all’esterno del pronto soccorso mentre i sanitari medicassero il figlio minorenne giunto nella struttura sanitaria con una sospetta frattura al setto nasale mentre giocava a calcio con gli amici.
Tutto si è consumato in pochi minuti. Il fatto è avvenuto verso le 17: al pronto soccorso della clinica Villa Betania è sopraggiunta un’auto con a bordo due ragazzi, uno di loro, 16 anni circa, è ferito naso – un colpo di pallone, stando al racconto dato sia dal ragazzino sia dal fratello maggiore che lo ha accompagnato. Pochi minuti dopo è sopraggiunta una seconda auto, a bordo ci sono i genitori dei due ed altri familiari. Una calca, a quel punto l’infermiere di turno al Pronto soccorso lasciando che la madre assistesse il figlio – immediatamente preso in assistenza dal personale sanitario con un codice giallo – mentre i medici lo medicavano ha invitato il resto delle persone ad attendere all’esterno «affinché i medici potessero svolgere al meglio e con la massima attenzione il loro lavoro», ha detto l’infermiere pesantemente aggredito insieme alla guardia giurata, quest’ultima intervenuta per sedare il padre del ragazzino andato in escandescenza «per essere stato invitato a uscire».
In pratica all’invito dell’infermiere il genitore si sarebbe prima opposto e poi inveito contro lo stesso: «Mi ha afferrato per il collo e preso a calci e pugni minacciandomi che non sarebbe uscito», ha raccontato l’infermiere che ha aggiunto, «ha picchiato con forza anche la guardia giurata intervenuta per dividerci».
Qualcuno ha immediatamente allertato il 112 ed in pochi muniti è giunta una pattuglia dei carabinieri che ha bloccato ed identificato l’aggressore. Turno sospeso per l’infermiere e la guardia giurata: trauma cervicale ed escoriazioni multiple, stessa sorte anche per il vigilantes che ne avranno per una decina di giorni.
Fonte

Related posts

Piombino: Infermiera condannata all'ergastolo

V2793

Corso ECM Gratuito "L'assistenza infermieristica nelle carceri della Regione Emilia-Romagna"

V2793

Salvi dall'Infarto con un'app? Da oggi è possibile!

V2793

Leave a Comment