Notizie Varie

Successo a Rovigo per l'incontro OPI-Avis per la prevenzione delle malattie cardiache

La prevenzione delle malattie cardiache come chiave di volta nell’anziano per mantenere la migliore qualità di vita possibile. È stato questo uno dei messaggi principali trasmessi durante l’incontro “Cuore batti…cuore” organizzato dalle associazioni Avis e Aido di Costa di Rovigo in collaborazione con l’Azienda Ulss 5 Polesana e l’Assessorato ai servizi sociali del comune locale.
L’appuntamento, che ha avuto luogo giovedì pomeriggio in una gremita sala Poliservizi di Costa, ha visto protagonista anche l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Rovigo con il Consigliere Sandra Rizzatello e l’Iscritta Lidia Mazzucato, entrambe infermiere del Reparto di Cardiologia dell’Ospedale di Rovigo e relatrici dell’evento.
Introdotte dal presidente Avis locale, Graziella Chieregato, le due professioniste, dopo avere ringraziato per l’invito, hanno da subito coinvolto le tante persone accorse per l’occasione ponendo l’attenzione sui temi sanitari legati all’importanza di stili di vita sani da adottare e sulla corretta conoscenza dei vari problemi di salute.
“Se si mantiene uno stile di vita sano – ha affermato Sandra Rizzatello, Consigliere dell’OPI di Rovigo – e si pratica una regolare attività fisica, i cambiamenti associati all’invecchiamento sono meno marcati e si può non solo aggiungere anni alla vita, ma soprattutto vita agli anni”.

Diversi gli interventi da parte della platea a testimonianza che argomenti del genere hanno una finalità rilevante: divulgare le conoscenze professionali attraverso un linguaggio semplice.
“Come infermieri e come Ordine delle Professioni Infermieristiche – ha concluso l’infermiera Rizzatello – siamo al fianco del cittadino anche per informarlo ed educarlo. E da sempre nel rapporto tra infermiere e cittadino ci mettiamo soprattutto il cuore. L’invecchiamento non è una malattia ma un processo naturale che rende gli individui più fragili. L’obiettivo principale non è solo il prolungamento della vita quanto il mantenimento di un livello soddisfacente di salute. Giovani e meno giovani devono prendersi cura della propria salute perché il cuore è il motore di tutto il nostro corpo”.
 
Comunicato stampa OPI Rovigo

Related posts

Malaria: svelato perché il ferro può aggravarla

V2793

Aggressione in ospedale: IPASVI Torino scrive all'ASL

V2793

Giornata “Camici bianchi”: la politica non ri-conosce gli Infermieri

V2793

Leave a Comment