Procedure Oss

Esecuzione clistere di pulizia

Eseguire un clistere evacuativo a media pressione, a una persona adulta vigile, orientata nel tempo e nello
spazio, garantendo l’evacuazione fecale, nel rispetto della sicurezza e del benessere della persona.
Materiale occorrente
Guanti monouso, camice monouso, asta per il sostegno dell’irrigatore, irrigatore con tubo di raccordo e rubinetto, sonde rettali di diverse misure (22-32 Fr.), acqua potabile, termometro per acqua, lubrificante idrosolubile, padella o sedia comoda (se necessario), telo impermeabile/assorbente, garze, contenitori per rifiuti e per la biancheria sporca, paravento e occorrente per l’igiene perineale se occorrono
Tempo massimo di esecuzione previsto: 20 minuti
Preparazione

  1. Accertare la presenza di cardiopatia, pregressi interventi chirurgici o patologie a carico di ano, retto e colon, problemi di eliminazione intestinale;
  2. Togliere i monili e l’orologio;
  3. Lavare le mani;
  4. Preparare tutto il materiale occorrente;
  5. Salutare la persona e presentarsi;
  6. Identificare la persona;
  7. Garantire il rispetto dell’intimità e della riservatezza della persona;
  8. Fornire alla persona le informazioni necessarie e raccoglierne il consenso;
  9. Controllare e se occorre intervenire sul microclima

Esecuzione

  • Riempiere l’irrigatore, dopo averne chiuso il rubinetto, con 750-1500 ml di acqua potabile a 38-40° C
  • Controllare la temperatura dell’acqua con il termometro
  • Porre l’irrigatore ad un’altezza di 40 – 45 cm dall’ano appendendolo all’asta
  • Eliminare l’aria dal tubo di raccordo facendo defluire l’acqua e chiudere il rubinetto
  • Fare assumere alla persona la posizione di Sims
  • Scoprire la persona per lo stretto necessario
  • Calzare i guanti monouso, indossare il camice monouso e posizionare il telo impermeabile/assorbente
  • Visualizzare l’orifizio anale, valutarne le caratteristiche e la presenza di lesioni esterne
  • Scegliere la sonda della misura adatta e lubrificare per circa 10 cm l’estremità da introdurre
  • Informare la persona dell’introduzione della sonda e invitarla a fare respiri profondi
  • Introdurre la sonda nell’ano delicatamente e con movimento rotatorio per 7-10 cm dirigendola verso l’ombelico, senza forzare in caso di resistenza
  • Raccordare la sonda al tubo
  • Aprire e regolare il rubinetto, facendo defluire la soluzione in 5 – 10 minuti
  • Rilevare l’eventuale insorgenza di crampi, dolore, malessere e valutare la necessità di ridurre il flusso, abbassare l’altezza dell’irrigatore o sospendere il clistere
  • Mantenere manualmente la sonda in sede durante il clistere
  • Al termine del clistere chiudere il rubinetto senza disinnestare la sonda dal tubo
  • Sfilare la sonda lentamente e smaltirla nell’apposito contenitore
  • Sfilare i guanti e il camice monouso, eliminarli nell’apposito contenitore e lavarsi le mani
  • Informare la persona che può eliminare non appena avverte lo stimolo e se occorre assisterla per la defecazione
  • Porre il dispositivo di chiamata a portata della persona
  • Verificare l’avvenuta evacuazione e le caratteristiche delle feci
  • Eseguire l’igiene perineale se la persona non è in grado di provvedere da sola
  • Garantire il ricambio dell’aria nella stanza, se necessario
  • Smaltire i rifiuti negli appositi contenitori e riordinare il materiale utilizzato
  • Registrare la procedura, l’esito e i dati utili sulla documentazione sanitaria

Azioni/Omissioni che mettono a rischio la sicurezza della persona e dell’operatore o l’efficacia della procedura

  • Non rispettrare il tempo di esecuzione previsto
  • Non preparare tutto il materiale occorrente
  • Raccordare la sonda al tubo prima dell’introduzione nel retto
  • Procedere all’esecuzione del clistere anche in presenza di addome teso
  • Non garantire il rispetto dell’intimità della persona
  • Non comunicare con la persona durante la procedura
  • Eseguire il clistere ad alta pressione (pone l’irrigatore a un’altezza superiore a 50 cm dall’ano)

Fonte: www.biancofrancesco.altervista.org
 

Related posts

Assistenza al paziente nell'uso della padella

V2793

Fissaggio punto di inserzione del sondino nasogastrico

V2793

Spostamento pz da laterale a seduto

V2793

1 comment

Mattdo Giugno 30, 2017 at 19:36

Da quando l’oss può fare clisteri?

Reply

Leave a Comment