RSA Open Day: successo per l’evento che permette ai cittadini di scegliere consapevolmente la struttura più adatta

Venerdì 15 giugno 2018, in occasione della “giornata mondiale dell’anziano vittima di abusi” Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, ha coinvolto le strutture con i Bollini RosaArgento e presentato il primo Open day nelle Residenze Sanitarie Assistenziali del network.

Su tutto il territorio nazionale, si sono aperte le porte di oltre 30 Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) con i Bollini RosaArgento (sono 99 in tutto) per le famiglie che vogliono informarsi e scegliere consapevolmente la struttura più idonea per i propri cari.

 Le strutture, in base alla propria disponibilità, possono scegliere se aderire all’iniziativa e quali servizi offrire.

 L’iniziativa si è svolta con il patrocinio di Senior Italia FederAziani, SIGG Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, FNOPI Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche, AIP Associazione Italiana Psicogeriatria

Gli obiettivi dei Bollini Rosa Argento sono:

  • contribuire a promuovere il benessere della donna anziana ricoverata e a tutelare la sua dignità;
  • contribuire a migliorare l’accessibilità ai servizi erogati dalle RSA rivolti alla popolazione anziana non auto-sufficiente affetta da demenze, disabilità e comorbilità;
  • contribuire a potenziare il livello di offerta assistenziale e terapeutica delle RSA stimolando una concorrenza ‘positiva’ tra le strutture;
  • contribuire a ridurre ospedalizzazioni improprie favorendo un risparmio a livello di Servizio sanitario nazionale;
  • contribuire a supportare le famiglie e i caregiver nell’identificazione del luogo di ricovero più adatto alle diverse esigenze della donna anziana dal punto di vista clinico-assistenziale.

L’assegnazione dei Bollini RosaArgento (da uno a tre) è avvenuta sulla base di un processo di valutazione dei servizi socio-sanitari offerti dalle Residenze Sanitarie Assistenziali per la gestione delle ospiti (S.E. & O.).

Fonte

Lascia un Commento

contatore