Napoli, ancora orrore in Rianimazione: formiche sul volto di un pz

Ancora un caso di formiche in ospedale e ancora al San Giovanni Bosco. Questa volta nel reparto di Rianimazione, dove i parenti di un paziente, V. M., 78 anni, hanno riscontrato la presenza degli insetti sul volto del ricoverato quando ieri pomeriggio lo hanno visitato, allertando il personale sanitario e documentando lo stato del parente con delle foto.

Da questa mattina sono in corso le operazioni di bonifica attivata dalla direzione ospedaliera limitate alla stanza dove è stata riscontrata la presenza delle formiche. 

«La notizia di un nuovo caso di formiche all’interno dell’ospedale San Giovanni Bosco, mentre è in corso un’indagine della Procura sull’accertamento degli episodi precedenti sollecitata dalla Asl, necessita di una riflessione: appare infatti inverosimile e sospetto che si riveli ripetutamente questo problema nonostante le disinfestazioni effettuate», dichiara il direttore generale della Asl Napoli 1 Centro, Mario Forlenza.

«Appare incredibile ad esempio – aggiunge Forlenza – che quasi sotto zero emerga questo problema, così come appare inspiegabile che, avendo allertato anche i Carabinieri Nas il servizio disinfestazione per i controlli, si ripeta il fatto. È impossibile pensare che si tratti di episodi spontanei. Accerteremo cosa hanno fatto gli infermieri di turno, capiremo per quale motivo e da dove è arrivata l’unica formica, questa la dichiarazione dei familiari del paziente resa al medico di turno nella denuncia: una sola formica. Andremo avanti con la stessa determinazione e rigore con cui abbiamo presentato la denuncia per l’occupazione abusiva dell’area di parcheggio antistante il plesso San Giovanni Bosco. Siamo impegnati nell’espletamento della pubblica gara per la gestione del servizio di pulizia. Se qualcuno immagina di creare situazioni di emergenza per interferire con questa linea di trasparenza, si sbaglia di grosso».

Forlenza assicura che «resta ferma la nostra denuncia agli organi competenti per rapidi accertamenti e rinnoviamo la richiesta già avanzata a questore e prefetto di istituzione di un posto di polizia all’interno dell’ospedale San Giovanni Bosco. Intensificheremo i controlli rispetto alle cattive abitudini dei familiari dei pazienti di portare alimenti di ogni genere all’interno delle corsie». Forlenza ricorda inoltre che per il San Giovanni Bosco di Napoli è previsto «un rilevante investimento per la ristrutturazione generale per circa 7,8 milioni di euro. Attendiamo lo sblocco da parte del Ministero dei fondi dell’edilizia sanitaria, all’interno del programma di oltre un miliardo presentato lo scorso mese di aprile», conclude.

Fonte

Lascia un Commento

contatore