Infermieritalia è lieta di presentarvi un grandissimo esperto di Infermieristica direttamente dalla Gran Bretagna , Luigi D’onofrio, che sarà a disposizione di chiunque abbia bisogno di Informazioni su un eventuale trasferimento all’estero

Biografia:

Nasco nel 1978 a Pescara, dove cresco e seguo il mio percorso di studi.

Terminate le scuole superiori, mi iscrivo presso l’Università “Luiss – Guido Carli” di Roma, dove mi laureo in Giurisprudenza nel 2002.

A 25 anni considero ancora gli infermieri più o meno come missionari stile “Candy Candy” e sono terrorizzato dagli aghi e dalle malattie contagiose: mettere piede in un ospedale è completamente fuori dal mio orizzonte professionale, oltre ad augurarmi di non essere mai paziente.

Con il passare degli anni, mentre completo – tornato a Pescara – il praticantato legale (senza però sostenere l’esame di abilitazione alla professione) e svolgo alcune esperienze lavorative di breve durata, percepisco tuttavia in me una costante insoddisfazione per la carriera forense ed un forte disamoramento verso il sistema giudiziario italiano, mentre cresce, nel frattempo, l’ammirazione per le capacità organizzative, l’intraprendenza, le competenze e la passione mostrate dagli infermieri e da una di loro in particolare: mia moglie.

Alla non più tenera età di 29 anni, incoraggiato proprio da lei, decido allora il salto nel buio ed il primo giorno di tirocinio sperimento sulla mia pelle il significato dell’espressione evangelica “rimanere folgorati sulla via di Damasco”.

Completo la mia formazione universitaria, laureandomi nel 2010 presso l’Università “G. D’Annunzio” di Chieti – Pescara, con il massimo dei voti.

Da quel momento, come decine di migliaia di giovani, subisco gli effetti della crisi che mette in ginocchio l’economia italiana ed il suo Sistema Sanitario.

Vivo alcune esperienze precarie, talvolta infelici, sia in ospedale che sul territorio, in attesa di un concorso pubblico nella mia terra che non arriva mai, fino a quando maturo la decisione di compiere un altro salto nel buio: tra l’emigrazione nel Nord Italia e partire per l’Inghilterra, scelgo allora quest’ultima strada.

L’invio di un solo curriculum ed un colloquio di tre quarti d’ora bastano a tre dirigenti infermieristici per assumermi a tempo indeterminato, a gennaio 2015, presso il Moorfields Eye Hospital di Londra, un ospedale interamente oculistico, che scopro essere solo dopo l’assunzione il più antico e famoso del mondo.

Ad oggi, dopo quasi tre anni, lavoro ancora presso il locale A&E (Pronto Soccorso) oculistico.

Dopo circa un anno di avventura oltremanica, motivato dal desiderio di raccontare la mia esperienza nel Sistema Sanitario inglese, il celebre NHS, a parenti e conoscenti, inizio a scrivere un blog personale, che intitolo ironicamente “Il mio Regno per un infermiere”, storpiando la famosa frase del Riccardo III di Shakespeare “Un cavallo, un cavallo, il mio Regno per un cavallo!”.

Con il tempo il blog raccoglie un piccolo ma affezionato manipolo di lettori (grazie!), mentre aumentano il mio tempo libero ad esso dedicato e gli articoli pubblicati, fino a quando il blog si trasforma in sito web, con una pagina Facebook ad esso collegata.

Sogno di creare ponti permanenti di informazione e confronto tra infermieri italiani ed inglesi, ma ho nel cassetto molti, molti altri progetti.

Vi confesso infine che, quando scrivo (anche adesso), riesco a mantenere la concentrazione a lungo solo ascoltando alcuni generi di musica dance, ma sentire musica “tamarra” è solo uno dei miei mille difetti…

Il più grande tra questi? Credere che solo la cultura ci salverà.