FAD “Farmaci biosimilari: cura, ricerca e assistenza” GRATUITO

Corso FAD intitolato “Farmaci biosimilari: cura, ricerca e assistenza” disponibile online e con scadenza il 30 Novembre 2018 sulla piattaforma: https://mayaideefad.it/event/54/showCard

Per accedere al corso bisogna registrarsi al sito su indicato. Il corso è accreditato con 20 crediti ECM con rilasciamento di attestato e ha la durata di 20 ore circa. 

Ulteriori Informazioni:

In un contesto scientifico fortemente evolutivo e ed innovativo, come quello odierno, tutti i professionisti della salute, compresi infermieri e farmacisti, hanno la responsabilità di aggiornare costantemente il proprio bagaglio di conoscenze. L’introduzione dei farmaci biosimilari rappresenta una grande opportunità per il sistema sanitario nazionale per l’ottimizzazione delle risorse disponibili e per l’ampliamento dell’accesso da parte dei pazienti a farmaci biotecnologici. Essi infatti, pur conservando le caratteristiche di qualità, efficacia e sicurezza del farmaco biologico di riferimento, hanno un costo più contenuto rispetto agli originators e possono consentire un livello di accessibilità maggiore ai pazienti che necessitano di una terapia biologica e rappresentano un’opportunità in termini di rilascio di risorse per lo sviluppo di farmaci innovativi. In particolare, alla luce delle più recenti posizioni assunte dall’AIFA sulle modalità di approccio culturale ed organizzativo a questi farmaci (si veda il Secondo Position Paper AIFA sui Farmaci Biosimilari, del 27 marzo 2018), la conoscenza dei processi di sviluppo, approvazione ed immissione sul mercato di tali farmaci appare necessaria per tutti coloro sono coinvolti nei processi decisionali, nell’approvvigionamento dei farmaci, nell’organizzazione di reparti e/o ambulatori e nella gestione dei pazienti utilizzatori. La presente attività formativa si propone di fornire le competenze di base per la comprensione del processo di sviluppo e di approvazione dei farmaci biosimilari, di fornire gli strumenti per migliorare e valorizzarne l’impatto sui pazienti e sulle loro famiglie.

Lascia un Commento

contatore