Due pennellate: il cortometraggio per far conoscere l’Infermiere

Un’infermiera che “disegna” la sua vita professionale – ma non solo – con “Due pennellate”, il titolo di un cortometraggio che in 10 minuti racconta una storia di infermieri, assistiti, umanità e capacità professionali che vanno oltre alla tecnica, valorizzando il ruolo dei “pazienti”. Un cortometraggio ideato per raccontare a tutti la professione  dell’infermiere e la sua evoluzione,  che trova le sue radici anche e soprattutto nella relazione umana con le persone assistite.

L’ideatrice è Sara Ruzzier, infermiera dell’Ordine di Trieste e vincitrice del premio messo in palio dall’OPI a marzo e realizzato con la collaborazione della Casa del Cinema di Trieste.

Il premio il premio di 500 euro è stato assegnato a Ruzier “a testimonianza dell’impegno dell’Ordine nel promuovere l’immagine dell’infermiere moderno e nel contempo coinvolgere i cittadini più giovani nella vita della famiglia professionale degli infermieri”.

Il cortometraggio è stato presentato in anteprima in occasione della Giornata internazionale dell’infermiere (12 maggio), ed è stato proiettato in un cinema di Trieste il 15 maggio ed è stato proiettato per i vertici OPI alla Spring School che si chiude oggi in Sicilia.

L’iniziativa è stata presentata dal presidente Opi Flavio Paoletti, dalla presidente di Casa del Cinema Ts Chiara Valenti Omero e dal regista Diego Cenetiempo.

“Due pennellate” è la prima produzione cinematografica di OPI, l’Ordine delle Professioni Infermieristiche, ideata e prodotta in sinergia con la Casa del Cinema TS, nell’ambito del progetto “Take care al cinema” che ha premiato il migliore soggetto di un autore under 35 del Friuli Venezia Giulia.

Il soggetto era stato selezionato da una giuria composta dal presidente OPI Trieste Flavio Paoletti, dalla presidente di ShorTS IFF Chiara Valenti Omero, dal regista Diego Cenetiempo e dai giornalisti Marinella Chirico, Umberto Bosazzi e Federica Gregori, con il presidente dell’Odg Fvg Cristiano Degano.

Oltre che nell’anteprima cinematografica, “Due pennellate”  è stato diffuso oggi, domenica 27 maggio su RAI3, programmi Friuli Venezia Giulia e sarà replicato mercoledì 30 maggio dalle 21.20 su Rai3 bis. Subito dopo “Due pennellate” sarà in cartellone fra gli eventi speciali dell’edizione 2018 di ShorTS International Film Festival 2018  (29 giugno/7 luglio).

Il cortometraggio esprime l’aspetto relazionale della professione dell’infermiere e ruota intorno a una giovane stanca di vivere e a un’anziana che dalla corsia di un ospedale cerca di resistere alle difficili condizioni di salute. Contesti che sono familiari alla quotidianità di lavoro dell’infermiera Marta, interpretata dall’attrice triestina Lara Komar, in forze alla compagnia del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e star della fiction slovena “Fiume d’amore”.

Nei panni della signora Marinelli, che lotta per la vita con un entusiasmo capace di contagiare la sua giovane vicina di letto, gli spettatori troveranno un’altra attrice triestina, Giuliana Artico. Nel cortometraggio anche la figura di un medico, affidato all’interpretazione di Francesco Paolo Ferrara, l’artista palermitano impegnato nella compagnia de La Contrada di Trieste.

“Siamo felici che al suo primo lancio questa iniziativa, rivolta agli under 35 del Friuli Venezia Giulia, sia stata accolta con tanta attenzione e partecipazione – ha spiegato Flavio Paoletti, presidente di OPI Trieste – È tempo che le nuove generazioni possano familiarizzare con la visione moderna e dinamica di questa professione, e con la sua evoluzione”.

“La Casa del Cinema di Trieste ha messo a disposizione le innumerevoli professionalità che la compongono, per concretizzare la sfida di avvicinare i giovani al mondo infermieristico – ha confermato Chiara Valenti Omero – Sul grande schermo porteremo una storia che rappresenta al meglio la professione e le sue implicazioni sul piano dei rapporti umani”.

Fonte: FNOPI

Lascia un Commento

contatore