Bari, la rabbia dei 350 Infermieri a cui scadrà il contratto a fine mese: “Andremo a spasso”

Il loro futuro è ancora incerto. Sono i 350 infermieri delle Asl di Bari e della Bat che vedranno scadere il loro contratto tra poche settimane, precisamente il 31 ottobre. Le due Asl hanno infatti deciso di accedere direttamente alle graduatorie di concorso senza consentire una proroga all’esercito di infermieri e tecnici attualmente al lavoro negli ospedali più importanti di Puglia. A differenza di quanto accaduto in altre Asl della regione dove la proroga è stata concessa fino al 31 dicembre.

“Per la prima volta – ci spiegano gli infermieri – la Asl ha deciso di non prorogare i contratti, attingendo quindi direttamente dalle graduatorie di concorso. Noi tra qualche settimana ci troveremo in mezzo ad una strada. Noi non vogliamo togliere il posto a nessuno, ma così facendo si crea davvero un problema di continuità assistenziale nella cura del paziente”.

Il primo novembre quindi potrebbero entrare in servizio i nuovi infermieri, assunti con concorso, mentre quelli che sono ancora al lavoro in queste ore si troveranno a spasso. Con un rischio collasso negli ospedali. “Questa è una guerra tra poveri – continuano gli infermieri – perché è giusto che i nostri colleghi entrino, ma è anche giusto concedere a noi una proroga. Anche perché ci saranno sempre posti da coprire, con sostituzioni ad esempio”.

L’Usppi ha deciso di perorare la causa di questi 350 infermieri (che a dicembre, con la fine della proroga anche nelle altre Asl, diventeranno 2mila circa) e ha indetto una manifestazione martedì 9 ottobre per chiedere al governatore Michele Emiliano di uniformare le proroghe in tutta la regione, concedendo quindi tempo fino al 31 dicembre.

“Tempo per noi prezioso – concludono – perché le leggi stanno cambiando e si potrebbe aprire uno spiraglio. Ecco perché abbiamo interpellato i consiglieri regionali e i parlamentari”.

Fonte

2 Comments

  1. Paolo 8 ottobre 2018
  2. Francesco 24 ottobre 2018

Lascia un Commento

contatore